Cresciamo insieme

I membri della CI futuro della protezione delle piante sono uniti dalla visione di un futuro ancora più sostenibile. Si impegnano quindi per trovare soluzioni vicine al mercato e puntano sulle innovazioni invece che sui divieti.

Gemüseanbau mit Drohne

Innovazioni, non divieti

La CI futuro della protezione delle piante riconosce la necessità di agire nel settore della protezione fitosanitaria. Le proposte come l’iniziativa per la protezione fitosanitaria sono tuttavia controproduttive e minacciano la produzione in Svizzera. Scopri di più sulla nostra posizione in merito alle iniziative per l’acqua potabile e contro i pesticidi sintetici.

La CI futuro della protezione delle piante è a favore dell’innovazione: se i produttori dispongono di alternative ai prodotti fitosanitari esistenti, ne riducono automaticamente l’impiego. Ciò significa innanzitutto investimenti nella ricerca ma anche aumento degli incentivi a prendere parte a progetti innovativi.

Come il Consiglio federale, anche noi crediamo fermamente che la PA22+ e il piano d’azione dei prodotti fitosanitari siano una valida alternativa.

Siamo tutti coinvolti

Il tema della protezione fitosanitaria interessa tutti noi: il settore della produzione, della trasformazione, del commercio nonché i consumatori. Solo grazie agli sforzi di tutti gli attori coinvolti nella catena di valore aggiunto nonché dei consumatori è possibile compiere importanti passi avanti:

  • I produttori devono riuscire ad utilizzare i prodotti fitosanitari in modo sempre più parsimonioso.
  • I settori della trasformazione e della vendita al dettaglio possono dare un contributo importate alla promozione delle varietà resistenti con una strategia di vendita mirata.
  • I consumatori possono infine dare un contributo attivo alla riduzione dell’impiego di prodotti fitosanitari evitando lo spreco alimentare.

La nostra visione

L’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG) ha creato una lista di PFS in cui sono elencati i prodotti con potenziale di rischio elevato. Entro il 2030 occorrerà trovare un’alternativa a tutti questi prodotti che sia sostenibile dal punto di vista economico ed ecologico. I membri si impegnano quindi ad avviare ulteriori progetti che portino ad un raddoppiamento degli investimenti nella ricerca e nello sviluppo.

La CI si impegna per sviluppare soluzioni innovative per la riduzione dei PFS. Le discussioni vertono inoltre sull’idea di un marchio apposito per prodotti e produttori che partecipano di loro iniziativa a progetti per la riduzione dei rischi legati ai prodotti fitosanitari. In questo modo, i consumatori avrebbero la possibilità di sostenere determinati produttori e dare quindi un contributo per la ricerca. Inoltre, per la CI una cosa è chiara: occorre l’impegno di tutti, dai produttori, ai distributori fino ai consumatori, per poter portare le giuste innovazioni nel settore della protezione fitosanitaria.

«Per il 2030 svilupperemo alternative economicamente ed ecologicamente valide ai prodotti fitosanitari controversi e raddoppieremo i nostri investimenti per la ricerca e lo sviluppo.»

Uno sviluppo logico

I nostri produttori utilizzano già oggi innumerevoli metodi per proteggere le loro piante da temporali, eventi naturali, erbe infestanti e parassiti naturali. Impiegano organismi ausiliari, coltivano varietà resistenti, utilizzano tecniche come il metodo della confusione o innovazioni tecniche. I membri della CI vogliono intensificare ulteriormente gli sforzi per ridurre l’impiego di prodotti fitosanitari. Impiegano i metodi esistenti in modo sistematico ed esteso e investono nella ricerca.

Con la nostra visione, supportata dalle richieste dei consumatori, vogliamo compiere un altro passo avanti e ridurre ulteriormente i rischi legati ai prodotti fitosanitari. Questo avviene in parte anche grazie al sostegno al piano d’azione per i prodotti fitosanitari e agli investimenti nelle innovazioni. La strategia necessita tuttavia di tempo: non può essere realizzata dall’oggi al domani.

Il nostro sito Web fa uso di cookie per migliorare la Sua esperienza personale di navigazione. Utilizzando il nostro sito, dichiara il Suo accordo all’utilizzo dei cookie in conformità̀ a quanto illustrato nell’informativa sulla protezione dei dati. La preghiamo di prendere visione dell’informativa sulla protezione dei dati per ottenere maggiori informazioni su come gestire i cookie e come vengono utilizzati i cookie da parte nostra.